I Raggi X sono veramente necessari?

A volte alcuni pazienti nuovi vogliono sapere se le radiografie sono veramente necessarie. Questa è un’importante questione da affrontare, e sicuramente una cosa giusta da chiedere dato che non tutti i terapisti usano sottoporre i pazienti a radiografie nel loro studio. Le Radiografie sono una parte ordinaria della nostra esaminazione chiropratica neuro-strutturale, come d’altro canto sono parte standard di una visita odontoiatrica.

In uno studio odontoiatrico i pazienti comprendono che delle radiografie periodiche all’arcata dentale forniscono delle informazioni importanti al medico odontoiatra sulla struttura, l’allineamento e la salute generale dei denti. Le radiografie dentali eliminano ogni supposizione, aumentando invece la sicurezza del paziente e la qualità della cura.

Ad Upper Cervical Treviso funzioniamo allo stesso modo. La preoccupazione iniziale della maggior parte dei pazienti a riguardo dei Raggi X è la radiazione – a cui non vorrebbero esporsi. Questo è, ovviamente, una preoccupazione legittima, quindi prendiamoci un minuto per affrontare l’argomento. La radiazione da Raggi X usati per scopi diagnostici (come nel nostro studio) viene misurata in millisievert (mSv), e la dose che una persona effettivamente riceve viene chiamata dose efficace. I vari tessuti nel corpo dimostrano diversi gradi di sensibilità alla radiazione, e il termine ‘dose efficace’ rappresenta il rischio medio su tutto il corpo. Per fornire un termine di paragone, possiamo dire di essere esposti alla radiazione delle risorse naturali in ogni momento della nostra giornata. La dose efficace annuale media della popolazione mondiale è pari a 2.4 mSv, di cui 0.9 mSv provengono da Raggi Cosmici e Radiazione della gamma terrestre, e il restante 1.5 mSv deriva da inalazione ed ingestione di sostanze radioattive. Anche l’altitudine gioca un ruolo fondamentale, ma la fonte maggiore di esposizione alle radiazioni proviene dal gas Radon presente nelle nostre case. Proprio come un taglio al dito, i tessuti corporei possono guarire e guariscono effettivamente dalla “ferita” creata da un Raggio X, purchè l’esposizione non sia troppo grande e non troppo frequente. Applicando quanto detto al nostro studio, le proiezioni specifiche neuro-strutturali che facciamo alla zona cervicale ammontano a 0.2 mSv. Per fare un semplice paragone, tale valore è equivalente a poco più di 3 settimane di normale esposizione all’ambiente circostante.

Potresti in ogni caso continuare a chiederti come mai sono necessarie le radiografie in primo luogo. Non esistono due colonne vertebrali esattamente uguali nella forma, e non esiste colonna che si muova allo stesso modo di un’altra. Infatti, l’asimmetria nel nostro corpo risulta essere la regola più che un’eccezione, così contare solo sul nostro senso del tatto per valutare un probabile disallineamento può diventare un azzardo (un rischio che non vogliamo prenderci). Nel nostro studio ci affidiamo ad una tecnologia a Raggi X digitale, ad alta frequenza e all’avanguardia, che minimizza l’esposizione dei nostri pazienti e che ci assicura delle proiezioni ad altissima risoluzione. Il nostro studio si avvale di tali immagini per studiare una cura personalizzata ad ogni nostro paziente, mantenendo i massimi standard di sicurezza e qualità.